Benvenuto nel sito della camera di Firenze
 
ti trovi in:

Tu sei qui

» Carnet A.T.A. e C.P.D./Taiwan

Carnet A.T.A. e C.P.D./Taiwan


Carnet A.T.A. e C.P.D./Taiwan

ATTENZIONE: nel periodo estivo, si invitano le imprese ad organizzare la richiesta di certificati d'origine con congruo anticipo, in quanto eventuali richieste di urgenza potrebbero non essere tempestivamente soddisfatte.

 

Importante!

A partire dal 1° marzo 2023 la richiesta di rilascio dei Carnet ATA deve essere presentata telematicamente attraverso la piattaforma Cert'O. Tale novità introduce il progressivo passaggio alla completa dematerializzazione dei Carnet ATA che si completerà nel 2027.
 
 
Il rilascio dei Carnet ATA verso la Federazione Russa e l’Ucraina, a seguito dell’insorgere del conflitto, è temporaneamente sospeso.
Il motivo è il venir meno delle coperture finanziarie che sono il presupposto per il corretto funzionamento del regime ATA e il conseguente rischio dell’aumento dell’esposizione finanziaria di Unioncamere.
Unioncamere, infatti, è l’ente garante in Italia per la Convenzione internazionale ATA e in questo ruolo risponde direttamente del pagamento dei diritti doganali derivanti dall’uso improprio dei Carnet.
 

Cos’è il carnet A.T.A.

Il Carnet A.T.A. è un documento doganale internazionale che permette l’esportazione temporanea di merci in territorio extracomunitario per motivi definiti (campioni commerciali, materiale professionale, partecipazione a fiere e mostre) nei paesi aderenti, senza dover depositare tasse e diritti doganali altrimenti dovuti. La sua durata è generalmente di 12 mesi. Non può riguardare merci deperibili o di consumo, né le merci destinate ad operazioni di trasformazione o riparazione. Per approfondimenti, cfr. "Merci per le quali può essere rilasciato un carnet"

Sul sito gestito da Unioncamere, selezionando il paese interessato, è possibile verificare i motivi per i quali esso ammette l’importazione temporanea tramite il carnet e se riconosce a tale documento una validità inferiore ai 12 mesi.

 
Si raccomanda di indicare con la dovuta precisione l'utilizzatore del Carnet, riportando alternativamente, il nominativo o la denominazione
  • del richiedente,
  • ovvero della persona delegata ad effettuare i viaggi all'estero con il Carnet e la relativa merce,
  • oppure della persona residente all'estero incaricata dello sdoganamento delle merci e della successiva riesportazione,
  • o infine dello spedizioniere o di altra persona abilitata a rappresentare il titolare del Carnet (in questo caso lo spazio relativo deve essere compilato con la seguente menzione: "ogni soggetto autorizzato/Any authorized representative"),
In questi ultimi 3 casi, sarà necessario che il richiedente rilasci delega scritta.
Si consiglia di munirsi di visura in inglese dell’impresa, scaricabile gratuitamente dal sito impresa.italia.it.
 
 

Cos’è il carnet C.P.D. China/Taiwan

Taiwan non ha potuto accedere alla Convenzione A.T.A in quanto Paese non riconosciuto dall'Organizzazione Mondiale delle Dogane come indipendente. L'accordo con Taiwan ha dato origine ad un protocollo d'intesa per la gestione di una catena di garanzia parallela a quella A.T.A., coordinata ugualmente dal B.I.C.C..
Sostanzialmente le regole per l'utilizzo del Carnet C.P.D. ricalcano quelle del Carnet A.T.A., sebbene, nella forma e nella disposizione grafica e il documento sia diverso.  A livello di garanzie e di norme per il rilascio valgono le stesse applicate per il Carnet A.T.A..
Si ritiene utile precisare, che anche con l'accesso della Repubblica Popolare Cinese al sistema A.T.A., il C.P.D. China Taiwan rimane valido per l'esportazione temporanea o transito di merci nel solo Paese di Taiwan.
 

I soggetti interessati

Tutte le imprese o privati che necessitano di esportare temporaneamente merce senza dover pagare dazi doganali o imposta sul valore aggiunto, aventi sede (o la propria residenza, nel caso di persona fisica) nella provincia di Firenze.
 

Come ottenerlo

E' necessario procedere alla  presentazione telematica della richiesta di Carnet A.T.A, inserendo la documentazione necessaria al rilascio dello stesso (liberatoria, lista come da guida, copertura assicurativa), sulla piattaforma Cert'O. Per tutte le istruzioni sull'utilizzo di tale piattaforma si invita a consultare la guida appositamente predisposta (per approfondimenti tecnici consultare le istruzioni supplementari).
Nel caso in cui l'impresa voglia delegare un soggetto terzo alla trasmissione della pratica telematica non ci sarà bisogno di alcuna delega da parte del legale rappresentante. Qualunque soggetto incaricato può trasmettere la pratica sulla piattaforma Cert'O con un'utenza Telemaco attiva a condizione che tutti i documenti necessari per la richiesta  siano firmati digitalmente dal legale rappresentante dell'impresa per la quale si richiede il Carnet ATA.
 

Come ottenerlo allo sportello (modalità riservata ai soggetti non iscritti al Registro delle imprese)

1. Compilare 3 copie del modulo di richiesta specifico per ciascuna tipologia di Carnet (base, standard, CPD Taiwan), indicando espressamente i Paesi che si intendono visitare, timbrarlo e farlo sottoscrivere dal legale rappresentante.
 
Si richiama l'attenzione dei richiedenti i Carnet CPD su alcuni punti della domanda allegata, per mettere gli stessi in condizione di indicare esattamente i termini della richiesta e consentire, pertanto, alla Camera emittente, di procedere al rilascio con la dovuta precisione.
 
In particolare, il campo relativo all'utilizzatore riguarda la persona che accompagnerà all’estero il Carnet e le relative merci. Questa potrà essere lo stesso rappresentante o suo delegato, previo rilascio di delega scritta (per es. la persona residente all’estero incaricata dello sdoganamento delle merci e della successiva riesportazione, uno spedizioniere o ad altra persona abilitata, ai sensi delle leggi doganali italiane ed estere). Lo spazio relativo dovrà essere compilato con il nome o la denominazione sociale del soggetto incaricato. 
Se tale elemento non è, invece, noto al momento dell’istanza, lo spazio a ciò destinato deve essere compilato con la seguente menzione “Ogni soggetto autorizzato / Any authorized representative”. In ogni caso, suggeriamo che il libretto viaggi accompagnato da una visura camerale in inglese, scaricabile gratuitamente tramite il sito impresa.italia.it"

 
 
2. Compilare in italiano e nella lingua richiesta dal/dai paese/paesi di destinazione la lista delle merci a cui il carnet fa riferimento, omettendo il numero d'ordine degli articoli ed avendo cura di riportare, in corrispondenza dei pesi (se inseriti), un punto seguito da due decimali.
Stampare quindi la lista su carta riportante l'intestazione del richiedente, completa dei totali, dell'eventuale timbro e della firma olografa e leggibile del legale rappresentante, in 10 copie nel caso di carnet base, 18 nel caso di carnet standard.
Trasmettere entrambe le liste alla Camera di Commercio a mezzo posta elettronica (estero@fi.camcom.it). 
 
3. Provvedere alla copertura assicurativa
 
4. Presentare allo sportello Commercio Estero:
- 3 copie della richiesta firmate e timbrate in originale,
- 10 copie della lista nel caso di carnet base, 18 nel caso di carnet standard, timbrate e firmate in ogni pagina dal legale rappresentante;
- il bollettino per la copertura assicurativa o la richiesta di nulla osta per l'emissione della polizza;
- la liberatoria riguardante l'utilizzo delle liste (che dovranno essere spillate sul retro di ogni volet utilizzato).
 
 
Per la conclusione del procedimento di rilascio dei carnet ata il regolamento camerale prevede 5 giorni lavorativi dalla presentazione della documentazione completa e regolare: si raccomanda pertanto di presentare la richiesta con congruo anticipo.
 
Il Carnet, che al termine del viaggio si comporrà di tutte le souche debitamente compilate dalle dogane e dei volet non trattenuti dalle stesse (vedi “Composizione e funzionamento del carnet”), deve essere restituito alla Camera di Commercio emittente alla fine del viaggio, e in ogni caso, entro otto giorni dalla data di scadenza di validità del documento.
 

Diritti di segreteria dal 1° gennaio 2022

CARNET ATA:
Carnet A.T.A.  base (per un massimo di 2 viaggi) € 70,00 + IVA (€ 85,40)
Carnet A.T.A.  standard € 100,00 + IVA (€ 122,00)
Foglio aggiuntivo € 1,00 cad. + IVA (€ 1,22)
 
CARNET CPD:
Carnet C.P.D. China/Taiwan € 70 + IVA (€ 85,40)
Foglio aggiuntivo € 1,00 cad. + IVA (€ 1,22)
 
I pagamenti allo sportello possono essere effettuati esclusivamente con:
• Bancomat;
• Carta di credito (circuiti: Maestro, Visa, Mastercard);
 
Le modalità di pagamento per richiesta a distanza sono:
  • L'utente deve richiedere tramite e-mail estero@fi.camcom.it o per pec cciaa.firenze@fi.legalmail.com.it   la prestazione richiesta  indicando i  dati  del richiedente (nome, cognome, indirizzo, codice fiscale e indirizzo e-mail)  necessari per generare e ricevere  l'avviso di pagamento che  potrà essere pagato tramite i canali o fisici resi disponibili dai Prestatori di Servizi di Pagamento come ad esempio:
  • Le agenzie di banca
  • Gli home banking
  • Gli sportelli ATM
  • Punti vendita SISAL
  • Lottomatica
 

 
Nel corso delle celebrazioni per il 60° anniversario del Carnet ATA, che si sono svolte a Ginevra a giugno 2023, la Federazione delle Camere di commercio della Camera di commercio internazionale ha lanciato un video promozionale con sottotitoli in italiano per incentivare l'utilizzo del Carnet ATA e per evidenziare i vantaggi e le facilitazioni che il Carnet ATA offre alle imprese e ai privati che operano in ambito internazionale.
 
 
 
Contatti: 

Commercio estero

Commercio estero
Piazza dei Giudici, 3 - 50122 Firenze
Email: 
estero@fi.camcom.it
Orari di apertura: 
su appuntamento dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e martedì e giovedì dalle 14.00 alle 15.00
Contenuto aggiornato al:Mercoledì, 20 Dicembre, 2023 - 15:44
Valuta il contenuto: 
3
Average: 3 (2 votes)
Contenuto aggiornato al:Lunedì, 10 Giugno, 2024 - 16:54