Banner di INNrete

Registro imprese e REA

Che cos’è
Il Registro Imprese è un registro informatico e pubblico, che contiene le informazioni giuridiche ed economiche di tutte le imprese italiane, che operano sul territorio nazionale. Il Registro Imprese è gestito a livello provinciale dalle Camere di Commercio ed è retto da un Conservatore. Un giudice del Tribunale vigila su di esso.
Il Registro Imprese svolge un'importante funzione di pubblicità legale dei fatti dell'impresa: l'iscrizione nel Registro Imprese ha in generale "efficacia dichiarativa" ed origina in capo ai terzi una presunzione di conoscenza. La legge prevede anche alcuni casi di "pubblicità costitutiva", ad esempio per la costituzione delle società di capitali: dall'iscrizione deriva una vera modificazione giuridica, non solo a livello di opponibilità ai terzi, ma di esistenza stessa del fatto iscritto. Sono pochi e tassativi i casi nei quali si dà luogo a questo tipo di pubblicità.
La pubblicità dei fatti iscritti al REA non ha valore legale, ma configura una “pubblicità notizia”.
I dati contenuti nel Registro Imprese sono resi pubblici attraverso visure e certificati camerali, documenti che contengono i principali dati di un’impresa. Varie sono le modalità con cui si possono chiedere ed ottenere certificati e visure.
Il Registro Imprese è articolato in due Sezioni, una ordinaria e una speciale.

Si devono iscrivere nella Sezione Ordinaria:
- Gli imprenditori commerciali
- Le società (di persone, di capitali e cooperative)
- I Gruppi Europei di Interesse Economico (GEIE)
- Gli Enti Pubblici, che hanno per oggetto esclusivo o principale un’attività commerciale

Si devono iscrivere nella Sezione Speciale
- Le imprese artigiane
- Gli imprenditori agricoli
- I piccoli imprenditori commerciali
- I coltivatori diretti
- Le società semplici

Sono iscritti solo al REA - Repertorio Economico Amministrativo
- Tutti i soggetti iscritti nel Registro Imprese, per le notizie di carattere economico riguardanti l’azienda, quali, ad esempio, l’apertura e chiusura di unità locali
- I soggetti collettivi (associazioni, fondazioni, comitati e altri enti non societari), che esercitano un’attività economica non in forma principale
- Le imprese, sia individuali che societarie, con sede principale all’estero che istituiscono, modificano o cessano un’unità locale

Cosa fare
Tutte le denunce, le iscrizioni e i depositi al Registro Imprese e al REA sono obbligatori e devono essere effettuati entro il termine che stabilisce l’obbligo, solitamente 30 giorni. In caso di mancato rispetto del termine, il Registro Imprese emette una sanzione, d’importo variabile, che è notificata al titolare e ai legali rappresentanti con un verbale. Oltre al ritardato deposito o denuncia, sono sanzionate anche le omissioni di denunce obbligatorie e di deposito di atti.
Le successive denunce vanno effettuate solitamente entro 30 giorni dalla data di effetto dell’evento comunicato.
Quando il termine cade di sabato o di giorno festivo esso è prorogato al primo giorno lavorativo successivo (art. 3 del DPR. n. 558/99). Non viene considerato festivo, e quindi il termine non è prorogato, il giorno del Santo Patrono.
Dal 1° aprile 2010 la presentazione delle domande e denunce di tutti i soggetti iscritti nelle sezioni ordinarie e speciali del Registro Imprese può avvenire unicamente con le seguenti modalità:
- Per via telematica, con firma digitale, da una qualunque postazione di P.C. con la modalità ComUnica: le pratiche devono essere redatte con il software Fedra o equivalenti oppure on line tramite Starweb, firmate digitalmente e trasmesse via internet con Telemaco. Per maggiori informazioni sulla trasmissione telematica è possibile consultare il sito http://web.telemaco.infocamere.it
- Su supporto informatico, sempre con modalità ComUnica con firma digitale – le pratiche devono essere redatte con FeDra, firmate digitalmente e scaricate su un supporto informatico (floppy, CD, chiavetta USB) con il programma FEDRA (o equivalenti): il programma è scaricabile gratuitamente dal sito http://web.telemaco.infocamere.it

I documenti da allegare, in entrambi i casi, vanno trasformati in documenti informatici, firmati digitalmente ed inviati telematicamente o memorizzati sul floppy.
Tutte le pratiche di iscrizione e di deposito al Registro Imprese devono essere firmate digitalmente tramite smart card o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).
Sono obbligati a tale modalità i seguenti soggetti:
- Le imprese individuali
- Le società semplici
- Le società in nome collettivo
- Le società in accomandita semplice
- Le società per azione
- Le società a responsabilità limitata
- Le società in accomandita per azioni
- Le società cooperative e di mutuo soccorso
- Le società consortili
- I consorzi
- I GEIE
- Le società estere aventi sede secondaria in Italia
- Gli enti pubblici economici
- Le società tra avvocati

All’utente che invia le pratiche per via telematica, il sistema invia automaticamente, tramite e-mail, l’avviso di ricezione. Successivamente il Registro Imprese invia la ricevuta di protocollazione e, ad istruttoria ultimata, inserisce la pratica nel sistema. Il cliente riceve quindi una visura storica gratuita riportante gli aggiornamenti effettuati.

Soggetti esonerati
Restano esonerati dall’obbligo di trasmissione telematica delle pratiche o su supporto informatico con firma digitale unicamente i soggetti REA. Questi soggetti possono continuare a presentare istanze e denunce su supporto cartaceo, utilizzando la modulistica attualmente in uso.
Possono comunque già da ora presentare le pratiche con modalità telematica e su supporto informatico, con il software Fedra o equivalenti, scaricabile gratuitamente dai seguenti siti:
https://web.telemaco.infocamere.it
www.infocamere.it/software.htm

Contatti
Dove andare
Per informazioni e contatti sul Registro imprese e REA.

 

Data di redazione: 19/9/2012

 

[Stampa]  [Apri a pagina intera]